Nel dettaglio

Caratteristiche delle persone pessimiste

Caratteristiche delle persone pessimiste

Il benessere della persona sta nell'equilibrioPer questo è essenziale che ci sia un certo grado di ottimismo, che è la parte "brillante" della persona, e forse in altre occasioni c'è un po 'di pessimismo, a volte può essere basato sulla visione di una realtà oggettiva che non è molto incoraggiante .

contenuto

  • 1 Il pessimismo non è un continum
  • 2 Come riconoscere una personalità pessimistica?
  • 3 Pessimismo difensivo
  • 4 Neurobiologia del pessimismo

Il pessimismo non è un continum

Essere pessimisti non significa che una persona sia necessariamente "negativa" o Tossico, tutto dipende dal grado, dallo sfondo e dalla continuità nel tempo della condizione, così come dai suoi effetti, c'è un grado di pessimismo che può essere funzionale e talvolta è necessario dare equilibrio alla vita, quando c'è una visione Incredibilmente positivi e fuori dalla realtà possono essere considerati aspetti importanti per spostarsi verso obiettivi e raggiungere.

Le persone possono essere ottimiste in alcuni aspetti, ma pessimistiche in altri, e tra queste possiamo distinguerne alcune che potrebbero cadere nella patologia e portare alla depressione, alcuni casi di estremo pessimismo possono finire con il suicidio. Per questo motivo è importante identificarne la caratterizzazione, in modo che, nel caso in cui si determini che un amico, un familiare o te stesso, abbia quella visione schiacciante della vita e porti una grande sofferenza emotiva, è consigliabile ricorrere all'assistenza psicologica.

Gli individui possono cambiare posizione dall'ottimismo al pessimismo, a seconda delle circostanze della vita, tutti noi abbiamo giorni e tempi "più felici", e ci sono anche giorni o tempi "difficili", in cui le speranze possono diminuire.

Un certo pessimismo può essere brevemente espresso come uno stato mentale, una condizione temporanea della mente, come un atteggiamento continuo o come tratto stabile della personalità. Ricerche recenti mostrano che è coinvolta la neurofisiologia. in questo processo Esiste una vasta gamma di test psicometrici che gli psicologi possono applicare per determinare il grado e il tipo di pessimismo.

Come riconoscere una personalità pessimistica?

1. Ti aspetti spesso il peggio, anche se a volte il "vento" ti sembra favorevole? Le persone pessimiste hanno a particolare stile di attribuzione cognitiva, il loro modo di percepire le cose di solito include una visione un po 'catastrofica e fatalista delle circostanze, molti di loro tendono ad aspettarsi molto poco dalle situazioni e dalle persone, anche se sembrano "positivi", possono anche avere la convinzione che il loro Il futuro può essere desolante, tendono a focalizzare maggiormente l'attenzione sugli aspetti negativi. Pensi di essere "realistico" piuttosto che pessimista? Così spesso i pessimisti pensano a se stessi, potrebbero avere difficoltà a sperare specialmente quando non sono basati su ciò che chiamano "realtà".

2. Conosci qualcuno che trova frequentemente un "ma" alle cose? E quando offrono una soluzione spesso dicono e / o pensano: Sì, ma ... I pessimisti possono trovare complesso vedere "il bene delle cose". Hanno un'inclinazione a concentrarsi sul lato negativo e dargli molta importanza, alcuni hanno una bassa autostima e stati d'animo depressivi. Molti di loro discutono misantropia come filosofia di vita.

3. La capacità o l'incapacità di controllare aspetti importanti della vita è un elemento cruciale che determina l'atteggiamento di una persona. Alcuni pessimisti credono che gli eventi che si verificano nella loro vita siano controllati da forze esterne a loro, spesso convince di avere poca o nessuna capacità di influenzare situazioni importanti nella loro vita e il loro ambiente prevale, posizionandosi in un atteggiamento di vittima, limitando così il proprio potere di modificare la sua realtà. Il pessimismo facilita un atteggiamento passivo che ostacola e minimizza il feedback positivo.

4. Per prendere una decisione, consideri attentamente tutte le opzioni e i loro possibili risultati? L'eccessivo ottimismo può portare a comportamenti impulsivi, che possono essere rischiosi e pericolosi per il benessere della persona. I pessimisti funzionali spesso prendono le loro decisioni tenendo conto delle eventualità e dei dettagli che possono garantire il successo in alcune situazioni.

 “Gli uomini volgari pensano solo a come passare il tempo.Un uomo intelligente cerca di trarne vantaggio". Arthur Schopenhauer

Trascorri molto tempo a pensare a come o come le cose potrebbero andare male? I pessimisti provano spesso ansia anticipatrice, le loro idee su ciò che potrebbe venire possono generare ansia, stress e paura in essi. Possono essere specialisti nella progettazione di piani di emergenza, perché hanno buone capacità di pianificazione, poiché trascorrono molto del loro tempo a pensare a cosa farebbero se le cose peggiorassero, quindi quando si verificano alcune eventualità, possono essere preparati, perché in realtà si aspettavano il peggio o non si aspettavano molto da nulla o da nessuno, Buddha disse: "Chi aspetta, soffre", in tal senso può rappresentare un vantaggio .

Ti preoccupi spesso di come andranno le cose? Passi molto tempo a pensare a cosa potrebbe andare storto? Quando l'angoscia motiva a gestire le attività, prepararsi e prendersi cura, non solo "preoccuparsi", questo può contribuire ad un certo grado di ansia anticipatoria

5. Il L'elaborazione pessimistica delle informazioni è selettiva e mirata alla ricerca di possibili minacce e svantaggi in relazione a qualcuno o qualcosa. Questo può essere utile perché sono rivelatori nati da fallimenti, pericoli e minacce, poiché possono assegnare una maggiore quantità di attenzione a segnali e stimoli emotivi negativi, mentre tendono a dimenticare gli aspetti positivi di una situazione, a causa della distorsione dell'attenzione. Quindi un pessimista può essere prezioso in una squadra perché sarà generalmente in grado di identificare gli aspetti negativi di qualcosa, perché anche il tuo cervello presta maggiore attenzione a questo, mentre una mentalità positiva potrebbe trascurarlo.

6. Alcuni pessimisti tendono a rimanere passivi nella loro zona di comfort, quando incontrano una sfida, ancorati alla convinzione che i loro sforzi siano comunque inutili. Preoccuparsi eccessivamente dei potenziali pericoli e concentrare la propria energia su ciò che potrebbe andare storto porta a comportamenti di evitamento, passività ed esacerbazione di stati d'animo di tristezza, malinconia e un aumento di vulnerabilità a depressione. Pertanto, l'equilibrio ottimale è un cauto ottimismo che è saldamente ancorato alla realtà.

7. Tendono a essere più propensi a credere di essere vulnerabili a futuri problemi di salute. Se portato all'estremo, può cadere nel ipocondria, in cui l'individuo interpreterà i sintomi fisici minori come segni di una malattia grave, può eseguire molti esami medici non necessari ed esprimere dubbi e incredulità quando viene informato di un miglioramento.

8. Alcuni hanno una bassa autostima, insicurezza e atteggiamento negativo nei confronti di ciò che proiettano; il immagine del corpo È un fattore che a sua volta può influenzare la tua autostima. Di conseguenza, l'implicazione della tendenza a vedere più imperfezioni del corpo (reale o immaginario) e ad esagerare il suo significato è anche associata a più attività nell'emisfero destro.

9. Il tuo strategie di coping Di fronte all'angoscia, si basano principalmente sull'uso di comportamenti di evitamento. Di fronte agli ostacoli sulla strada verso un obiettivo desiderato, il pessimista generalmente si arrenderà facilmente o da prima di iniziare un'attività. "Perdono di più per paura del fallimento" perché i dubbi possono limitarli nel loro comportamento, piuttosto che a causa di una reale disabilità del soggetto.

10. Possono stabilire un modello di pensiero di impotenza appresa e di umore depresso. Possono accontentarsi della realtà, a volte perché hanno imparato a ignorare i propri bisogni, anche quelli di base come la fame e il sonno, a volte fin dalle prime fasi del loro sviluppo, possono essere vittime di abusi e violenza costantemente, in quanto tendono ad abituarsi facilmente cattivo trattamento

11. Crescita personale e successo, avere risultati significativi richiede correre rischi, cioè, lasciare la "zona di comfort". Il pessimista può avere una tolleranza ridotta per l'assunzione di rischi, associata a deficit motivazionale e un senso di disperazione. Prevenire i rischi, l'atteggiamento passivo piuttosto che proattivo e la cautela sono anche collegati all'aumento dell'attività nell'emisfero destro. L'avversione al rischio era positivamente correlata con l'attività corticale nella corteccia prefrontale destra. I comportamenti di fuga ed elusione minimizzano le possibili esperienze positive e i loro effetti di rinforzo.

12. L'auto-miglioramento, l'aspirazione a migliorare le nostre capacità e capacità possono essere aspetti a beneficio dello sviluppo della persona, tuttavia, quando la convinzione di "non essere abbastanza bravi" è ciò che motiva la ricerca di un "perfezione irraggiungibile", Può condannare l'individuo alla frustrazione, alla mancanza di accettazione e peggiorare gravemente la propria autostima. Gli elevati standard perseguiti dai perfezionisti possono essere impossibili da realizzare, così che ripetuti fallimenti rafforzano la credenza nella loro incompetenza personale o nella loro presunta inferiorità, così si ritrovano condannati a costante frustrazione, rabbia e insoddisfazione nella loro vita.

Questo circolo vizioso aggrava ulteriormente i modelli di pensiero negativo e può portare a un senso di disperazione e di auto-punizione, che può finire in una grave depressione.

Gli studi hanno dimostrato che l'infelicità, la bassa autostima, il pessimismo e la depressione sono correlati alla ricerca della perfezione.

Pessimismo difensivo

È una strategia utilizzata per gestire l'ansia, li aiuta a lavorare in modo più efficiente, riducendo cognitivamente le loro aspettative a diverse circostanze particolari che li affliggono e pensano e immaginano possibili soluzioni o modi per affrontarlo, in quel modo loro "preparano", non solo "pre-prendersi cura", ma avendo cura di prepararsi al peggio, attraverso la pianificazione e la riduzione dei livelli di ansia alla fine dell '"esercizio mentale".

Neurobiologia del pessimismo

Ci sono meccanismi neurobiologici sottostanti che possono spiegare perché alcune persone sono pessimiste o hanno la tendenza a vedere il "vaso mezzo vuoto". Le indagini di David Hecht (2013), dimostrano chiaramente che certi pensieri, atteggiamenti, stati d'animo e gran parte del comportamento di entrambi ottimisti e pessimisti possono essere spiegati dalla differenziazione, dalla predominanza e dalla funzionalità degli emisferi cerebrali e, in tal senso, questi stati Gli stati d'animo sono governati da diversi processi neurofisiologici.

La mediazione tra una valutazione più realistica e meno esagerata di se stessi, la preoccupazione per un futuro incerto, contiene elementi significativi di paura, ansia e stress, emozioni che sono mediate principalmente dalle reti neurali all'interno dell'emisfero destro. Allo stesso tempo, il locus ceruleo è una regione anatomica nel tronco encefalico collegata alle risposte allo stress e alla paura, i più alti livelli di cortisolo indotti da lo stress e l'ansia erano correlati nello studio di Hecht con una maggiore attivazione di emisfero destro.

È il pessimismo delle persone che fa andare le cose male per loro o hanno imparato il pessimismo come prodotto delle loro ripetute esperienze dolorose vissute a lungo?

L'indagine ha mostrato che i pazienti con disturbo post traumatico da stress (PTSD), in cui l'evento che ha causato il trauma, "possono essere vissuti ancora e ancora", attraverso ricordi improvvisi o "flashback" e incubi, attivano fisiologicamente le risposte di far fronte alla paura e allo stress, hanno osservato un aumento dell'attività nell'emisfero destro. Gli attacchi di panico e la fobia sociale erano associati all'iperattività su quel lato del cervello.

Il ruolo principale di l'emisfero sinistro è quello di mantenere il rilassamento e l'omeostasi, mantenendo l'attività fisiologica entro livelli normali, mentre il l'emisfero destro funziona come "sistema di allerta"", perché identifica possibili minacce e prepara il corpo a far fronte a situazioni pericolose sistema nervoso simpatico (SNS).

Nei nostri due emisferi cerebrali è coinvolta la mediazione delle funzioni fondamentali per la vita, che condividono informazioni tra loro, attraverso il corpo calloso. La "visione pessimistica" e le sue caratteristiche particolari sono generalmente mediate dall'emisfero destro, mentre gli atteggiamenti ottimisti sono regolati principalmente dall'emisfero sinistro.

Maggiore attività fisiologica nelle parti frontali dell'emisfero destro associata ad un aumentato rischio di sentirsi senza speranza per gli eventi negativi nella vita e una maggiore possibilità di cadere in depressione, come mostrato dalla ricerca di David Hecht (2013).

Potresti essere interessato: attivazione dell'eccitazione o corticale e la legge di Yerkes-Dodson

Quando l'attenzione sul lato positivo della vita non è qualcosa che viene dato alla persona in modo "naturale", può essere raggiunto attraverso uno sforzo cosciente della volontà, è possibile dare un po 'di sollievo al corpo attraverso la mente e alla mente attraverso il corpo, molte tecniche ancestrali come Vipassana, Yoga e consapevolezza per citarne alcune, forniscono tecniche semplici per l'osservazione di sé, il focus dell'attenzione, promuovono stati di rilassamento e forniscono tecniche per la gestione dell'ansia, stress e bilanciamento dei pensieri pessimistici. Quando tali sforzi non sono sufficienti, si consiglia di cercare l'aiuto di uno psicologo.

Articoli correlati

Link

Video: Sei Ottimista o Pessimista? (Luglio 2020).