Informazioni

Biografia di Edward Hopper

Biografia di Edward Hopper

Edwuard Hopper è stato uno degli artisti più importanti del secolo scorso. Questo pittore americano riflette una parte della società in cui visse attraverso le sue opere. Sapremo meglio chi era, come ha sviluppato il suo lavoro e quale impatto ha avuto ai nostri giorni.

Chi era Edward Hopper

Edward Hopper è nato nel 1882 a Nyack, negli Stati Uniti. Appartenne a una famiglia borghese e studiò alla New York School of Art, una scuola dove incontrò altri artisti che furono fondamentali nell'arte americana, come Guy Pène du Bois, Rockwell Kent, Eugene Speicher e George Bellows.

Tre dei loro insegnanti hanno svolto un ruolo molto importante nella loro formazione. Questi sarebbero William Merrit cHase, Kenneth H. Miller e Robert Henri. Questi tre nomi hanno influenzato Edward Hopper a sviluppare un'opera in cui predomina una composizione spaziale ordinata e trovare il proprio stile.

Un'altra delle esperienze che sono state fondamentali per questo artista sono state i tuoi viaggi in Europa. Nel 1906 viaggiò per la prima volta nel vecchio continente, in particolare a Parigi, dove fu fortemente influenzato dagli impressionisti.

Un anno dopo ha girato Londra, Berlino e Bruxelles. Nel 1909 sarebbe tornato a Parigi, dove il suo stile ha iniziato a essere definito fino a quando non siamo ciò che sappiamo oggi di questo artista. Questi viaggi sono stati un arricchimento molto importante per l'artista.

Questo stile gioca con le luci e le ombre, la rappresentazione degli interni e, soprattutto, il tema della solitudine, che vede protagonista gran parte del suo lavoro. Lo influenzarono, come abbiamo detto, gli impressionisti Manet, Monet, Pisarro, Sisley ... ma anche Goya, uno dei suoi artisti preferiti.

Dopo tutti questi viaggi, tornò negli Stati Uniti e vi rimase fino alla sua morte. Ciò avvenne nel 1967 a New York, che abitava gran parte della sua vita.

In questi anni in cui ha vissuto negli Stati Uniti lascia alle spalle la nostalgia europea e si concentra mostra com'era la vita quotidiana americana. Ecco perché i dipinti urbani di New York si riflettono nei suoi dipinti, che hanno una grande importanza.

Fu uno dei primi membri del Whitney Studio Club, il centro più dinamico per artisti indipendenti dell'epoca. È venuto a lasciare il dipinto per un po 'e ha studiato altre tecniche, come l'incisione. Per tutto ciò è stato riconosciuto in molte occasioni, una delle quali dalla National Academy, una delle più importanti del momento.

Il lavoro di Edward Hopper

Si dice che Edward Hopper lo sia stato il pittore americano che ha interpretato silenzio, pensiero e solitudine. Le sue opere sono caratterizzate dal mostrare solitudine. In essi, trasmette la vita americana del ventesimo secolo attraverso la sua visione particolare di esso.

In occasione il pittore ha chiarito che non ha dipinto i fatti, ma pensieri. Questo è qualcosa che si può osservare ammirando la sua pittura, in cui appaiono scene apparentemente quotidiane e normali, ma che contiene sempre qualcosa di strano che rende la persona che la ammira notare qualcosa di diverso.

Era un pittore prolifico, la cui creazione mette in luce un'opera in un modo molto speciale. Si tratta di nottambuli (Nighthawks), in cui quattro persone sono viste in un bar di notte. Quest'opera è la più notevole dell'artista, oltre ad essere una delle opere di punta dell'arte americana.

I suoi primi successi arrivarono in una mostra di acquerelli che realizzò nel 1923 e un'altra di tele un anno dopo. Ciò ha reso l'artista considerato uno dei realisti più importanti del momento.

Il pubblico è stato attratto dalle loro scene quotidiane e dal rappresentazione figurativa che l'artista ha fatto di questi momenti. Tutto questo con il silenzio da protagonista e un senso poetico che Hopper dà agli oggetti che illustra nella sua pittura.

Nel suo lavoro puoi anche vedere immagini urbane e rurali, in cui riesce a trasmettere alla persona che lo vede la sensazione di silenzio e solitudine. Tutto questo, negli spazi in cui ci sono persone reali.

Questo risultato è ottenuto grazie al composizione delle immagini, il gioco di luci e infiniti dettagli a cui l'artista presta attenzione. Questi dettagli sono minimi, ma i giusti e necessari per dare questa sensazione a coloro che contemplano il suo lavoro.

In effetti, la maggior parte dei suoi dipinti appare sempre deserta, senza eccessi, e in essi puoi sentire la mancanza di connessione e comunicazione tra i protagonisti. Un esempio di ciò è l'opera di cui sopra, Noctámbulos, o Dispaccia in una piccola città.

Comunque, come hai potuto vedere, Edward Hopper è stato un artista molto importante e rilevante nella storia dell'arte. Grazie ai suoi dipinti possiamo vedere e comprendere una società molto vicina alla nostra nel tempo e anche comprendere la solitudine che, curiosamente, è molto frequente in luoghi con molte persone come le città.

Video: Edward Hopper: vita e opere in 10 punti (Luglio 2020).