Brevemente

Nuclei di Rafe, anatomia e funzione

Nuclei di Rafe, anatomia e funzione

Sicuramente hai mai sentito parlare di serotonina, un neurotrasmettitore che ha molto a che fare con l'umore e la cui mancanza è legata a stati come depressione. La serotonina è molto importante per la nostra sopravvivenza e il nostro benessere e oggi parliamo della struttura del cervello che rende possibile la sua creazione: il nucleo di Rafe.

contenuto

  • 1 Qual è il nucleo di Rafe?
  • 2 Anatomia del Rafe Nucleus
  • 3 Qual è la funzione dei nuclei di Rafe?

Qual è il nucleo del Rafe?

La parola "Rafe", in greco, si riferisce a una cresta che separa due aree simmetriche di un organo o di un tessuto. Pertanto, il nucleo di Rafe è un insieme di gruppi di neuroni che sono nella linea mediana di tronco encefalico. Il tronco encefalico, a sua volta, è costituito da diverse aree molto importanti come la mesencefaloil ponte e il bulbo spinale ed è responsabile della comunicazione del midollo spinale e dei nervi della periferia con le diverse aree del cervello, oltre a partecipare a diverse funzioni molto importanti come il mantenimento della respirazione.

In quest'area riposa il nucleo del Rafe vicino a strutture importanti come il ponte o il ponte cervelletto. Inoltre, questo nucleo fa parte della formazione reticolare, una delle aree più primitive del cervello che è responsabile del controllo dei ritmi del sonno.

Anatomia del Rafe Nucleus

Il core di Rafe è diviso in sei piccoli core. Alcuni di questi nuclei si trovano nella zona rostrale, più vicini all'area superiore del tronco cerebrale, mentre altri si trovano nel gruppo caudale, la zona più bassa.

Nella zona rostrale si trova l'85% dei neuroni serotoninergici del cervello. Quest'area è composta dal nucleo di Rafe pontis e dal nucleo centrale superiore, nell'area del ponte e dal nucleo di Rafe dorsalis, nell'area del mesencefalo. Questi nuclei di solito si collegano con le aree del cervello in cui vengono eseguite le funzioni superiori, come le aree frontali, sebbene i neuroni del nucleo dorsale si connettano con numerose aree cerebrali come la corteccia orbitofrontale o il ipotalamo.

Nella zona caudale vi sono meno neuroni serotoninergici e vi è il nucleo del Rafe magnus, nell'area del ponte, il nucleo oscuro e il nucleo del Rafe pallidus, in misura minore, nell'area del midollo allungato. Questi nuclei nella zona inferiore del tronco encefalico Di solito si proiettano sul midollo spinale e sul tronco encefalico.

Qual è la funzione dei nuclei di Rafe?

La funzione principale di questi nuclei è la produzione di serotonina. La serotonina è un principale neurotrasmettitore per il corretto funzionamento del sistema nervoso e riesce a regolare l'umore controllando le emozioni negative come la paura, l'aggressività o ansia, così come la sua mancanza può portare a disturbi come depressione.

Il nucleo del Rafe sintetizza questo neurotrasmettitore e lo invia al resto del sistema nervoso facendolo compiere la sua missione. Inoltre, questi nuclei contengono un altro tipo di neuroni, non solo cellule serotoninergiche, sebbene queste siano concentrate qui più che in qualsiasi altra parte del cervello.

Questa generazione di serotonina, prendi mantenere e regolare l'umore e controllare determinati comportamenti aggressivi. Quando vengono promossi farmaci come gli SSRI che inibiscono il ricupero della serotonina, promuovendo la loro maggiore creazione, gli stati psicologici come la depressione vengono notevolmente ridotti, trattandosi di un trattamento ampiamente utilizzato.

I neuroni che trasmettono la serotonina raggiungono altre parti del tronco encefalico e sembrano partecipare alla regolazione del ritmo circadiano che questa grande struttura riesce a controllare. Pertanto, anche il nucleo di Rafe è coinvolto nel regolazione del ciclo sonno-veglia, lavorando in accordo con l'ipotalamo con cui effettuerà un feedback sui livelli di allerta e veglia producendo più o meno serotonina.

Sembra inoltre che i nuclei di Rafe, in particolare il nucleo di magnus e il nucleo dorsale, siano coinvolti nei processi di inibizione del dolore. Le proiezioni dei nuclei di Rafe raggiungono il midollo spinale e lì inibiscono i neuroni del corno dorsale che sono responsabili della trasmissione delle informazioni sul dolore. Pertanto, il sistema nervoso riesce a regolare l'intensità di questa sensazione. Come vediamo, molti sono i compiti di questa struttura interessante di cui, tuttavia, non conosciamo ancora tutte le funzioni e i segreti da scoprire, così come il neurotrasmettitore che è più associato ad esso: la serotonina.

Link di interesse

//www.sciencedirect.com/topics/neuroscience/raphe-nuclei
//neuronbank.org/wiki/index.php/Raphe_Nuclei
//www.frontiersin.org/articles/10.3389/fnint.2013.00060/full

Video: NĂșcleos da Base - Completo (Luglio 2020).