Brevemente

Suicidio: trigger e segnali di avvertimento

Suicidio: trigger e segnali di avvertimento

Il suicidio è un grave problema sociale, ci sono molte persone che vivono in diversi tipi di cattività, accompagnate da un terribile sofferenza emotiva, queste "gabbie di ferro" sorgono spesso prima del "disincanto del mondo", come diceva Max Weber. La prigionia può essere fisica, a volte sono mentali, ci sono anche spirituali o una combinazione di tutti loro che si traducono in: un cocktail amaro e letale. L'OMS (Organizzazione mondiale della sanità) stima che circa 800.000 persone si suicidino ogni anno nel mondo; Per ogni atto compiuto, stimano che ci siano altri 20-30 tentativi di suicidio: il fattore di rischio più importante è proprio un tentativo di suicidio senza successo, ogni 40 secondi una persona può porre fine alla propria vita in quel modo, quindi è di vitale importanza identificare i gruppi a rischio e conoscere i segnali di avvertimento di un possibile suicidio.

contenuto

  • 1 categoria suicida
  • 2 Epigenetica e suicidio
  • 3 Ideazione suicidaria
  • 4 Catena di lacrime
  • 5 Percezione di "sentimento di peso"
  • 6 Stigma della malattia mentale e del suicidio
  • 7 segni di un possibile suicidio
  • 8 fattori scatenanti del suicidio
  • 9 Attacco di autoconservazione vs. suicidio
  • 10 Sospetto che qualcuno voglia suicidarsi ...

Categoria del suicidio

Il suicidio rappresenta la seconda causa di morte tra i 15 ei 29 anni e la terza causa tra le persone dai 15 ai 44 anni: i suicidi sono un atto meramente egoistico? Émile Durkheim ha classificato i suicidi in quattro categorie:

1) altruista: succede quando l'individuo crede che la sua famiglia o qualche gruppo sociale (collettivo) sarebbe meglio senza di loro, può essere forte, obbligatorio o opzionaleCiò include i suicidi associati ad atti terroristici.

2) egoista: quando i legami emotivi non sono motivo sufficiente per vivere.

3) lanomico: mancanza di norme o incapacità della struttura sociale di fornire agli individui ciò che è necessario per raggiungere gli obiettivi della società, può essere dovuto a forti problemi politici e sociali.

4) fatalista: La "gabbia di ferro" è così stretta che la persona si trova in una situazione in cui non può concepire la possibilità di fuga.

Epigenetica e suicidio

Anche la genetica e l'epigenetica svolgono un ruolo importante nelle tendenze suicide: "Il nostro ambiente influenza la nostra espressione genetica" grosso modo, Questo si chiama epigenetica.. Lo hanno osservato gli scienziati dell'Università di Uppsala in Svezia, dell'Istituto Karolinska e dell'Università di Umea modificazioni epigenetiche nel gene CRH, prodotto dal rilascio di alcuni ormoni in caso di stress eccessivo, sono associati a condizioni psichiatriche negli adolescenti e aumenta il rischio di ideazione suicidaria negli adulti (2018).

Ideazione suicidaria

Quali sono alcuni dei pensieri che hanno le persone che vogliono porre fine alla loro vita? Molti di loro mantengono in se stessi una profonda sensazione che il mondo o la loro famiglia starebbero meglio senza di loro; altri, si sentono così invisibili da credere di non essere necessari, ci sono quelli che pensano che a nessuno mancherà la loro assenza, quelli che sono così stanchi di essere così "visibili", che per varie ragioni il loro più grande desiderio è dormire e non svegliarsi mai, pensano che: "Il giorno più felice della sua vita, sarà quello senza un domani", ha detto Kurt Cobain. Lusso, glamour, bellezza e fama, ciò che molti vogliono, è anche un pesante fardello, alcune corone possono essere pesanti da trasportare.

Catena di lacrime

Le persone che perdono qualcuno amato in questo modo, generalmente si sentono in colpa e in profondo rammarico, insieme alla mancanza di comprensione e al "dito di derisione" di molti che si affrettano a segnalarli, quindi preferiscono evitare il problema, questo Lungi dall'aiutare, spesso aumenta il disagio e il conflitto. È necessario parlare del suicidio con le persone giuste, coloro che possono aiutare a superare la terribile perdita o almeno alleviare un po 'il loro dolore.

La sofferenza che sembra infinita, quella che risulta per la persona intollerabile, al punto da voler finire la sua vita, attende un condizione psicopatologica che deve essere curata, non si tratta solo di "volere", o "essere positivi o smettere di essere negativi", la verità è che molti di loro hanno la sensazione che nessuno e niente possa aiutarli a superare quel dolore, molti hanno provato Cordialmente "tutto o quasi tutto", quanto era nelle tue mani per cambiare quel fatidico destino:

Mi sono fatto strada nell'oscurità, guidato dal mio cuore pulsante, per tutto questo tempo mi sono ritrovato ... E non sapevo di essermi perso. ... Ho provato a portare il peso del mondo. Ma ho solo due mani ... Non ho paura di chiudere gli occhi". Avicci, svegliami

Percezione di "sentimento di peso"

Molti suicidi hanno la "percezione del sentimento di peso" come lo definisce Thomas Joiner, ricercatore ed esperto in materia di suicidio; alcuni pensano: "Non ti disturberò né ti influenzerò più!" "Stanno molto meglio senza di me" "Sono solo un ostacolo nella tua vita", sono esempi del tipico ideazione suicidaria, la realtà che ci mostrano le statistiche, è che non è come pensavano, perché per ogni persona che muore in questo modo, circa 6 altre, in media, sono influenzate in qualche modo, perché, quando molti di loro fingono sinceramente solo il contrario con la sua morte? perché esseri umani, siamo entità sociali, le nostre azioni hanno un impatto sulla vita o talvolta anche sulla morte dei nostri simili: “homo homini lupus”…

"L'uomo è il lupo dell'uomo stesso", una frase attribuita agli illustri Thomas Hobbes e Plauto Quella differenza genetica è inferiore all'uno per cento tra noi, come esseri umani, è così grande che nel corso della storia ci ha diviso e talvolta ha cercato di "decimare" come specie?

I numeri ci mostrano questo la cosa più sicura è che c'è più di una persona che si prende cura del mondo o te ne puoi preoccupare. Nel caso in cui diventi uno di loro, se senti sinceri desideri di morire, o se conosci qualcuno che apprezza chi si trova in una situazione simile: un po 'più di resistenza chiedo: “ascolta il sospiro nel vento, il il tempo cambia tutto, ma devi aspettare ”(Lacrimosa).

Non aver paura della vita, pensa che valga la pena di essere vissuta, e credere che questo ti aiuterà a realizzarla". William James

Stigma della malattia mentale e del suicidio

L'OMS avverte che le stime statistiche dei suicidi potrebbero essere al di sotto della realtà, essendo un soggetto circondato da stimmi, deducono che anche alcuni casi presentati come "morti" erano suicidi. Eduard Punset ha affermato di essere giunto alla conclusione che tra il 40 e il 44% delle persone che hanno un parente o una persona cara innamorata che si sono suicidate, mentirebbero sulle cause della sua morte.

I disturbi mentali sono stati stigmatizzati nel corso della nostra storia, in parte perché a volte "temiamo il diverso" e la mancanza di cultura in generale su di loro così come i loro possibili trattamenti. Oggi, sempre più persone si stanno unendo alla campagna, molte celebrità con disturbi mentali, iniziano a parlarne, per cercare di sensibilizzare la popolazione, "Proprio come il corpo può ammalarsi, così fa la mente"Molte di queste condizioni hanno una base biologica, può succedere anche a una persona che "sembra" avere tutto come loro, sono malattie che hanno bisogno di cure.

Segni di un possibile suicidio

Il primo e più importante è: hanno precedenti tentativi di suicidio.

La ricerca di adolescenti mostra che tra coloro che si autolesionano, circa il 70% commette un tentativo di suicidio. Quindi non è molto preciso affermare che lo fanno solo per "attirare l'attenzione", perché richiedono ancora attenzione professionale. Alcune situazioni di autolesionismo possono essere: tagliare, bruciare, mordere, graffiare fino a sanguinamento, pizzicare, fratturare o "avere incidenti frequentemente". Altri modi per autodistruggersi sta evitando di mangiare o vomitare ciò che ingeriscono, Sono comportamenti che possono anche avere conseguenze letali, succede con disturbi alimentari come l'anoressia e la bulimia.

Gli esseri umani sono esseri sociali, sono necessarie maggiori informazioni, coesione, inclusione, costruttività e connettività meno distruttiva: Un fattore di protezione è rafforzare i legami emotivi e sociali, in modo che fungano da "reti" di supporto.

Resta fermo, anche se sai che stai cadendo, potresti esserlo, ma sei ancora vivo. Preparati! Avicci

Innesco del suicidio

Quali sono i fattori scatenanti che portano le persone a prendere la decisione di suicidarsi? Gli studi dimostrano che le rotture amorose e la separazione della coppia sono uno dei "motivi apparenti" più evidenti, con il 44% dei casi di suicidi compiuti, altri sono: abuso, violenza, abuso sessuale, scarsi voti , licenziato da un lavoro, crisi economica, comorbilità con malattie fisiche a lungo termine in cui convive dolore cronico, problemi sociali come discriminazione, problemi finanziari, quando la morte di una persona cara non può essere superata, quando si verificano i propri cambiamenti ormonali delle fasi di sviluppo, di fronte a crisi vitali come "la sindrome del nido vuoto", tra gli altri. I disturbi di stato sono comuni e devono essere trattati correttamente per evitare le complicanze più fatali come il suicidio.

È necessario educare le nuove generazioni ai problemi delle neuroscienze, insegnare loro a gestire le proprie emozioni e promuovere la tolleranza e il rispetto, verso se stessi e gli altri, l'aumento della violenza nelle scuole e il cyberbullismo, sono questioni che dovrebbero attirare la nostra attenzione Come genitori, abbiamo casi di bambini, giovani e adulti che erano stati molestati e molestati con questi mezzi per anni, prima di prendere una decisione fatale, molti stalker lo fanno attraverso falsi profili.

Attacco di autoconservazione suicidio

Perché alcune persone sono in grado di superare il loro attaccamento all'autoconservazione? Perché perdono un po 'di paura della morte e del dolore? È comune in situazioni di violenza e altre cattività in cui le persone si sentono intrappolate, nel mezzo di lacrime e dolore che sembra non finire per perdere la paura della morte, coloro che si suicidano hanno generalmente accarezzato, nutrito ed evoluto in queste idee. per mesi o addirittura anni, quindi iniziano ad abituarsi, molti hanno iniziato ad auto-ferirsi o con comportamenti altamente autodistruttivi, come il consumo o l'abuso di alcol e altre sostanze.

Senza dubbio la dipendenza da persone, sostanze e comportamenti, sono fattori di grande peso nel "bilancio" alla fine dei tempi. Sebbene possano esserci molti fattori scatenanti per suicidarsi, spesso sono come la "punta di un iceberg", nella maggior parte dei casi, il problema è molto più profondo e denso, coinvolge psicopatologie complesse, come disturbo depressivo maggiore o bipolare , Spesso questi vengono "nutriti" per mesi o anni, se aggiungiamo il file stress eccessivo, che rappresenta una grave minaccia per la salute, i rischi di generare un'idea suicida si moltiplicano.

Sospetto che qualcuno voglia suicidarsi ...

Conosci qualcuno del genere? Se ti viene detto che vuoi porre fine alla tua vita, il commento dovrebbe essere preso in considerazione, fai del tuo meglio per provare ad ascoltare, comprendere e contenere la persona. A volte è difficile sapere come reagire a questo, specialmente quando sappiamo che ne sono capaci, quindi cerchiamo di affrettarci a "cercare di incoraggiare" o "distrarre la persona", evitare di parlare del problema o uscirne con alcuni scherzo, non aiuta molto, soprattutto quando ci sono chiari segni che si è deciso.

Cosa posso fare quando penso che qualcuno possa suicidarsi? Il più consigliabile è cerca di fargli rimandare la sua decisione per un po 'e cerca un aiuto professionale il prima possibileNon è bene cercare di affrontare una situazione che può sfuggire di mano in qualsiasi momento, è necessario entrare in contatto con persone di fiducia che possono aiutarti, richiedono un trattamento psicoterapico e psicofarmacologico il più presto possibile, ricorda che È in gioco la vita della persona. Risultati e previsioni incoraggianti sono stati mostrati quando entrambi i tipi di intervento sono combinati.

trattamento psicoterapeutico dovrebbe essere indicato da psichiatri o medici qualificati, l'automedicazione non è consigliabile, poiché la farmacodinamica e la farmacocinetica dei farmaci in ciascun organismo sono diverse, Alcuni medicinali comunemente usati per le malattie comuni, così come la loro interazione, generano come effetto collaterale: precisamente ideazione suicidaria, quindi la situazione potrebbe essere complicata invece di migliorarla. La medicina di questo tipo di solito agisce in modo diverso, quindi il paziente dovrà passare un periodo di adattamento, in caso di malessere, può tornare dal suo medico o cercare un altro parere medico, ricorda che è suo diritto come paziente.

Link

Test correlati
  • Test di personalità
  • Test di autostima
  • Test di compatibilità di coppia
  • Test di conoscenza di sé
  • Test di amicizia
  • Sono innamorato

Video: Disturbo Bipolare: riconoscere i primi sintomi per gestire le fasi maniacali e depressive (Luglio 2020).